Non il reddito di cittadinanza, non gli attracchi. È tutta la politica italiana? Contribuisci a Patria Italiana. Do the Right Thing

di Edoardo Varini

Che cosa abbiamo, se guardiamo con doveroso disincanto il panorama politico italiano? Provateci, miei connazionali, perché, a giudicare dal voto, non siete più abituati.

Non voglio dire che avete votato male. Se anche aveste votato dall’altra parte, quelli che ora vogliono fare una costituente “antisovranista” (presente quando si dice «Non avere capito un cazzo»?), non sarebbe cambiato nulla.

Un corpo vivo, bastonato per anni, reagisce. Se non reagisce è perché è marcescente. Il segretario del PD dice: «Dobbiamo scrivere una pagina nuova, riconoscere gli errori per non rifarli, cambiare e ricostruire, con umiltà e coraggio». Ma dire questo e non dire né il come né il cosa è dire niente.

La prima cosa che il Pd e la sinistra tutta non ha saputo cogliere si chiama Zeitgeist, che in tedesco vale «spirito dei tempi», e la cui comprensione è il punto di partenza di ogni colleganza con l’elettorato.

Se non capisci che questi sono tempi barbari in cui la pietas è stata inchiodata alla croce di una legalità divenuta la roccaforte del privilegio, allora torna al tuo mestiere, se ce l’hai, ma smettila di prendere per il culo te e il tuo prossimo.

Chi sta al governo lo Zeitgesit l’ha capito benissimo ed ha cavalcato la tigre ed è giunto in cima. Ma dalla tigre non può scendere.

E seguita e seguiterà a parlare di cose inessenziali, elettoralistiche, oppure ottime, come il reddito di ultima istanza, ma sputtanate l’istante dopo dalla totale assenza di una concreta progettualità politica ed economica.

Il reddito di cittadinanza Di Maio l’ha venduto per cosa dell’indomani, il suo ministro dell’economia dice che se ne parlerà dopo il 2020, ma esiste un italiano che ci crede? Uno? E perché davanti a questo palese raggiro nessuno si indigna? Parlo dei media. Ma non vi vergognate neanche un po’?

L’antieuropeismo della Lega è scomparso, anzi, è finito tutto nel vietare l’attracco ai migranti. E i 5 Stelle sono così attaccati alla poltrona che si fanno andare bene anche questo, perché sanno benissimo che questa è la prima ed ultima volta che saranno al governo.

Hanno fatto i cazzari, il popolo non dimentica.

E ciò che manca ad entrambe le forze di governo sono sostanzialmente due cose: un’identità ideologica e le competenze. Le seconde potrebbero trovarle – anche se ne dubito – ma la prima cosa, l’identità ideologica, te la devi fare e nessuno, in tutto il panorama partitico italiano, è in grado di farsela. Senza, vinci la battaglia, ma perdi la guerra e affossi la Nazione.

Patria italiana è nata per colmare questa assenza.

È nata per vincere la guerra.

Tuttavia, lo sapete come dicono i francesi, vero? L’argent fait la guerre, «il denaro fa la guerra».

Sapete che vi dico, italiani? Parlo ai 20.000 che mi leggono ma vorrei farlo sapere a tutti, dunque, cortesemente, diffondete.

Vi dico che sono abbastanza stufo di tutte quelle persone che mi scrivono che ci vorrebbero le palle per fare la rivoluzione, perché la rivoluzione è la cosa giusta (cazzata), e poi non ti danno non dirò la vita ma nemmeno un minimo contributo per far crescere un partito che è oggi la sola cosa politica su piazza.

Sapete fare di meglio voi? Fatelo. Vi piace quello che ho fatto io? Me lo dite in tanti… Allora contribuite ed aiutate non il mio movimento, voi stessi.

Se ho fondato un movimento politico è perché mi appassiona il sociale, l’idea di costruirsi insieme un futuro migliore, collettivo, non solo il mio. E non parlo di sola economia, parlo di idee e pensieri, che sono l’umanizzazione della vita.

A voi che appassiona, Facebook? Ma Facebook è la vita di Zuckerberg, non la vostra. Ce la fate ad immaginare che la vostra possa essere migliore della sua?

Spero di sì. Perché se non riuscite, siete morti.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *